Borgate Storiche del Palio


“ La storia ha bisogno di sapere dalla geografia ove furono e ove sono i luoghi delle genti, di cui si narrano la vicende e le gesta .

La geografia deve sapere dalla storia quali mutamenti subirono i luoghi stessi per darne il prospetto variato secondo i tempi.

Quindi ogni opera storica riguardante un popolo dovrebbe essere corredata di disegni e di luoghi da quel popolo abitati.”

(Andrea Gloria – L'agro patavino )

La storia e la geografia

Il GONFALONE del Palio con l'immagine del Cardinale Giuseppe Sarto (opera del pittore Pietro Pigozzo) , Patriarca di Venezia, mentre ai primi di agosto del 1901 sale verso Cima Grappa per benedire la statua della Vergine Maria; - avvenimento a ricordo e testimonianza del quale la Pro Loco di Riese Pio X ha istituito il Palio

Le BORGATE , divise in otto settori, che con costumi, mezzi e attrezzi agricoli di fine ‘800/inizi ‘900, sfilano in apertura della manifestazione.

I Gonfaloni, ciascuno di diverso colore e con le raffigurazioni realizzate da Giuseppe Brion, Adalberta Carraro, Pietro Pigozzo, Maria Saccardo e Giuseppe Zorzi, saranno l'emblema delle varie contrade anche per gli anni a venire.

La definizione territoriale, con le opportune indicazioni dei responsabili delle varie Borgate, parte dall'antica suddivisione in “ colmei ” ( el colmel : borgatina di qualche casa che non forma, in termini amministrativi, né una frazione, né un quartiere – Ulderico Bernardi – Abbecedario dei Villani – Un universo contadino veneto – Editore Centro Biblioteche Villorba di Treviso) del territorio riesino, convenientemente raggruppati, dato il loro notevole numero di un tempo. La definizione nominativa, tenuto conto della specifica scelta effettuata da ciascuna Borgata, si è concretizzata in una dicitura che graficamente e foneticamente risultasse quanto più possibile comprensiva.

 

"Associazione Pro Loco Riese Pio X"   Via G. Sarto, 31  RIESE PIO X - TREVISO   www.prolocoriesepiox.it